Visto l’art. 6, comma 5 del CCNL del 26.5.1999
in data …….. presso l’Istituto ………. di ………….

tra il Dirigente Scolastico, prof. ……………..
e le R.S.U. dell’Istituto, nelle persone dei proff. …………., ……………, ………………

viene stipulato il presente contratto sulle seguenti materie:

MODALITA’ E CRITERI DI APPLICAZIONE DEI
DIRITTI SINDACALI

Art. 1
Assemblee Sindacali

La dichiarazione individuale di partecipazione, espressa preventivamente in forma scritta dal personale in servizio nell’orario dell’assemblea sindacale (di scuola o territoriale, in orario di lezione o durante attività funzionali), fa fede ai fini del computo del monte ore individuale nei termini orari reali corrispondenti a quelli previsti per l’assemblea stessa ed è irrevocabile. Pertanto una volta dichiarata l’intenzione di partecipare non va apposta alcuna firma di presenza né va assolto qualsiasi altro adempimento.
Nel caso di assenza per sopravvenuta malattia o per altro motivo sempre manifestatosi dopo la dichiarazione di partecipazione non si terrà conto del calcolo per il monte ore.
Il D.S. avvisa i docenti non partecipanti coinvolti da eventuali adattamenti di orari (inversioni di lezioni, disposizioni, recupero permessi brevi) con almeno 24 ore di anticipo.

Nelle assemblee in cui è coinvolto anche il personale A.T.A., se l’adesione è totale, il D.S. e la R.S.U., verificando prioritariamente la disponibilità dei singoli, stabiliscono i nominativi di quanti sono tenuti ad assicurare i servizi essenziali relativi alle attività indispensabili ed indifferibili coincidenti con l’assemblea, concordando già in questa sede la quota di 1 (uno) assistente amministrativo per quanto riguarda la segreteria e di 2 (due) collaboratori scolastici per quanto riguarda la vigilanza agli ingressi, al piano superiore e al piano inferiore. In caso di presenza di un centralino, sarà ad esso distaccato un altro collaboratore scolastico. In mancanza di dichiarata disponibilità si procede al sorteggio.

Art. 5
Contingente A.T.A. in caso di sciopero
In seguito all’accordo decentrato nazionale dell’8/1O/99, vengono assicurati, in caso di sciopero totale del personale A.T.A, i servizi indispensabili nelle seguenti circostanze: a) qualsiasi tipo di esame e scrutini finali;
b) pagamento degli stipendi ai supplenti temporanei.


Nel primo caso i nominativi dell’assistente amministrativo, purché competente, dell’assistente tecnico (qualora ne sia previsto l’impiego in esami) e del collaboratore scolastico vengono contrattati con la R.S.U., verificando prioritariamente le disponibilità e sulla base di un’eventuale turnazione nel caso di più azioni di sciopero nel corso di uno stesso anno scolastico; i lavoratori "precettati" sono avvertiti per iscritto almeno 5 gg. prima dello sciopero ed entro il giorno successivo possono chiedere la sostituzione, sempre che questa sia possibile. Nel secondo caso il D.S. valuta con la R.S.U. l’opportunità della presenza di un assistente amministrativo competente nella materia e/o di quella del direttore amministrativo. Le modalità di "precettazione" sono analoghe alle precedenti.

A norma dell’art. 4 dell’allegato di attuazione della legge 146/90, entro 48 ore dall’effettuazione di ogni sciopero della Scuola il D.S. pubblica all’albo della scuola i dati relativi all’adesione da parte del personale dell’Istituto.

Art. 6
Patrocinio e diritto di accesso agli atti
La R.S.U. ed i Sindacati territoriali, fatte salve le norme di cui alla L. 675, su delega degli interessati da acquisire agli atti della scuola, hanno il diritto di accesso agli atti in ogni fase dei procedimenti che riguardano il personale coinvolto.

La RS.U. ed i Sindacati territoriali hanno il diritto di accesso agli atti della scuola su tutte le materie di cui all’art. 6 del CCNL 26/5/99.

Gli istituti di Patronato sindacale hanno il diritto di svolgere la loro attività nei luoghi di 1avoro su tutte le materie previste dalla vigente normativa.

Il rilascio di copia degli atti eventualmente richiesti avviene senza oneri ed entro due giorni dalla richiesta, salvo manifesta impossibilità.

Art. 7
Incontri di informazione e contrattazione
Tra il D.S. e la R.S.U. viene concordato il seguente calendario di massima sulle materie di cui all’art. 6 del CCNL:
a) inizio anno:
· organizzazione del lavoro personale A.T.A.;
· confronto su pagamenti compensi accessori;
· piano delle attività aggiuntive retribuite con il Fondo d’Istituto e modalità di utilizzazione del personale in relazione al P.O.F., all’organizzazione del lavoro e agli impegni orari;
· criteri generali di utilizzo delle risorse;
· utilizzo del personale relativamente a progetti, convenzioni, accordi;
· misure dei compensi per le attività di cui all’art. 43 del CCNL;
· misure dei compensi per le attività di collaborazione con il dirigente scolastico;
· criteri per la fruizione dei permessi sull’aggiornamento;
· sicurezza sul luogo di lavoro e salute.
b) gennaio: verifica organizzazione lavoro personale A.T.A.

c) marzo: proposte formazione classi e determinazione organici di diritto.

d)qualora se ne manifesti la necessità per affrontare anche problematiche ed esigenze qui non esplicitamente menzionate e relative comunque al rapporto di lavoro.

Gli incontri sono convocati d’intesa fra D.S. e RS.U.
Almeno 24 ore prima degli incontri il D.S. fornisce la documentazione relativa alle materie in discussione o all’informazione preventiva e successiva.
Agli incontri possono partecipare, su richiesta del D.S. o delle R.S.U., anche il Direttore Amministrativo ed esperti.
In ogni fase degli incontri, su richiesta di una delle due parti, sono ammessi i rappresentanti delle OO.SS. territoriali.

Art. 8
Trasparenza
L’affissione all’albo dei prospetti analitici relativi al Fondo d’Istituto, indicante i nominativi, le attività, gli impegni orari e i relativi importi, in quanto prevista da precise norme contrattuali in materia di rapporto di lavoro non costituisce violazione della riservatezza.
Copia dei suddetti prospetti viene consegnata alla R.S.U. nell’ambito del diritto all’informazione.
Art. 9
Durata e validità del contratto
Il presente contratto ha validità per l’anno scolastico …./…. e comunque sino alla stipula del successivo contratto integrativo di scuola; potrà essere sottoposto a verifica, nel corso della sua validità, su richiesta di uno dei soggetti firmatari.
…………….., li ………………

Il Dirigente Scolastico:
…………………………….............
La R.S.U.:
…………………………………….
…………………………………….
…………………………………….